Capitolo 23

L’esperienza di Pat Flynn

 

Ci sono tre qualità che ogni individuo deve avere per raggiungere il successo: la pazienza di un monaco, il coraggio di un guerriero, l’immaginazione di un bambino.”
Sharad Vivek Sagar

 

 

Pat Flynn è stato un giovane architetto che, trovandosi in difficoltà e senza lavoro, grazie al suo duro impegno è riuscito a crearsi delle rendite automatiche grazie a dei business molto profittevoli.

Possiamo sintetizzare la sua esperienza in una serie di pensieri che ci aiutano anche a sfatare i miti che spesso circolano nell’ambito delle rendite passive.

Pat sostiene che i business che producono rendite passive non sono veloci da creare e che necessitano impegno e costanza. Le pubblicità su Internet che ci invitano a pensare che sia tutto facile, sono fumo negli occhi e illusioni che minimizzano gli sforzi necessari per avere successo in questo ambito difficile e competitivo.

Secondo Pat Flynn creare e strutturare un’attività che produce una rendita automatica è un processo che richiede tempo, che non può avvenire o realizzarsi in maniera istantanea, dal giorno alla notte. Basta considerare il suo caso: è riuscito a creare delle rendite solo dopo molta fatica, studio e lavoro. Per sviluppare la sua prima attività ha dovuto impegnarsi un lungo anno prima di poter raccogliere i primi frutti. Nonostante il grosso impegno iniziale, però, i suoi business - quando hanno iniziato a produrre profitti - gli hanno permesso di ricevere denaro in modo passivo, avere molto più tempo per la sua famiglia ed essere più libero nelle sue decisioni.

Chi pensa che Pat Flynn sia un genio o che abbia doti particolari si sbaglia. Anche lui, per molti anni, ha considerato il concetto di rendita automatica solo un sogno. È stata la crisi economica del 2008 e il suo stato di necessità che lo hanno spinto a credere in se stesso e a sviluppare una forma di business che gli portasse profitti in modo differente rispetto ai lavori tradizionali.

Secondo Pat, quelle che seguono sono, le 5 caratteristiche principali che un business deve avere se una persona vuole vivere con le rendite automatiche.

1. Continuità dei guadagni
Il primo fattore che distingue le rendite automatiche dal lavoro attivo è il concetto di continuità dei guadagni. Nei lavori tradizionali se ti fermi non incassi. Invece, nei sistemi che generano rendite automatiche, i guadagni fluiscono continuamente. L’esempio tipico, fatto più volte, è quello di ricevere un canone mensile continuativo dagli immobili messi in affitto.

2. Delega a persone o tecnologie
Per poter ottenere una rendita non è possibile svolgere tutte le attività in prima persona, ma è necessario delegare mansioni oppure utilizzare tecnologie che fanno il lavoro al posto nostro. Da soli possiamo fare ben poco. Delegare incarichi e lavori, dunque, diventa una necessità come pure l’utilizzo di software, tecnologie e sistemi con cui è possibile automatizzare operazioni, processi di lavorazione e l’elaborazione di dati.

3. Le rendite si poggiano su un sistema preciso
I sistemi che producono rendite automatiche prevedono generalmente l’utilizzo di infrastrutture fisiche o digitali che producono i loro effetti indipendentemente dal nostro lavoro. Questi sistemi normalmente sono composti da più elementi che lavorano in sinergia, secondo una sequenza logica e un sistema preciso. Nulla deve essere lasciato al caso e tutto deve essere organizzato in un sistema funzionale. Mentre pianifichi e organizzi il tuo business, devi tener conto di questo fattore e strutturarlo per farlo funzionare come un orologio svizzero: deve basarsi su un metodo preciso.

4. Durata variabile e piano B
Mettiamo da parte l’idea secondo cui una volta che si è riusciti a creare un sistema di rendite automatiche, questo potrà durare all’infinito. Vi saranno rendite che possono durare qualche anno, altre invece per più tempo. La loro durata è variabile, ma va messo in conto che ogni business terminerà prima o poi. Per questo motivo è consigliabile sempre avere un piano B e lavorare su nuovi progetti con largo anticipo.

5. Le rendite automatiche prevedono un intervento
Anche se le definiamo “rendite automatiche”, nessun business lo è realmente. Anche se abbiamo elaborato un sistema che ci permette di avere un guadagno indipendentemente dal lavoro attivo, sarà sempre necessario un certo impegno e attenzione da parte nostra. Alcune rendite potranno essere automatizzate al 50%, e vengono definite semi-automatiche, altre potranno raggiungere il 70-80% di autonomia. In alcuni casi si può arrivare perfino al 95%, ma non è possibile raggiungere il 100%.

Dunque, imparare a delegare e farsi aiutare diventa indispensabile anche nell’ambito delle rendite automatiche.

 

 

Indice del libro

 

Whatsapp